Condividi

Due colossi cinesi si sfidano per la ricostruzione del ponte Morandi di Genova. L’azienda China communications construction company (Cccc) – secondo quanto apprende Radiocor plus – è parte di una cordata insieme all’italiana Salc di Milano (con la quale già collabora) e la società romana 3TI Ingegneria.

Le tre società hanno presentato insieme una proposta progettuale lunedì 26 novembre, la scadenza fissata dal commissario Marco Bucci per partecipare all’indagine di mercato, a cui a breve seguirà la procedura negoziale ai fini dell’assegnazione della commessa. Cccc è uno dei tre big cinesi delle costruzioni, con un fatturato 2017 di 75 miliardi di dollari, ed è la numero tre al mondo nella classifica Enr (engineering news record) per fatturato internazionale (23,1 miliardi di dollari).

Leggi anche:  Alcol a ragazzine, denunciato barista

L’azienda è nota soprattutto per la costruzione, completata di recente, del ponte marino che collega la Cina con Hong Kong e Macao. Si tratta di un viadotto di 54,7 km, il più lungo del mondo.

Oltre a China communication construction company, anche un altro grande gruppo cinese delle costruzioni ha presentato un’offerta per la demolizione e ricostruzione del ponte di Genova. Lo apprende l’agenzia di stampa Radiocor da fonte vicina al dossier, che però non vuole rivelare il nome “finché non lo farà il commissario Bucci”.

Articolo precedenteCarabinieri. Così si addestrano le Api, angeli custodi anti-terrore "disposti a tutto per salvare i civili"
Prossimo articoloMilano, schiaffi e spinte ai bimbi dell'asilo: il maestro filmato 42 volte, arrestato