Post offensivo su Mario Cerciello Rega: chiuse le indagini da parte della procura

La procura ha chiuso le indagini per Eliana Frontini, la docente di Novara divenuta nota sui social a fine Luglio 2019 per un post offensivo su Facebook in seguito alla morte di Mario Cerciello Rega (“Uno di meno, e chiaramente con uno sguardo poco intelligente, non ne sentiremo la mancanza”) il Carabiniere assassinato con 11 coltellate, mentre si trovava in servizio nel centro di Roma, nella notte fra il 25 e il 26 luglio. A darne notizia è La Stampa.

Il pm Silvia Baglivo le contesta il reato di vilipendio alle forze armate ma a carico della professoressa, spiega il quotidiano La Stampa, c’è anche l’imputazione di diffamazione, poichè la vedova del carabiniere ha presentato denuncia nei suoi confronti.

Nella stessa indagine è finito il marito. Per lui si ipotizza il favoreggiamento, scrive il quotidiano “perché avrebbe aiutato la moglie a sviare le indagini addossandosi la responsabilità dell’accaduto. La chiusura delle indagini è l’atto formale che precede la richiesta di rinvio a giudizio”