Condividi

L’Italia continua ad essere avvolta nella morsa di questo gelo invernale, con le previsioni che non annunciano nulla di buono all’orizzonte. Il ciclone che ha portato freddo e neve nelle Regioni del Nord si sta spostando verso il Sud dello Stivale, così, mentre nel settentrione il tempo tenderà a migliorare, nelle zone centro meridionali si preannunciano delle notti di ghiaccio, con le temperature che scenderanno notevolmente. Le temperature massime, a partire dalla giornata di oggi, giovedì 24 gennaio, saranno tutt’altro che elevate. Secondo le previsioni degli esperti de IlMeteo.it, avremo 7°C a Torino, 5°C a Milano 4°C a Bologna e tra gli 8-10°C su Genova e Venezia. Freddo al centro sud con 6 gradi a Firenze, 7 gradi a Roma per poi scendere verso Sud dove troveremo 7-8°C a Napoli e 10°C a Palermo.

IN ARRIVO LA “SBERLA ARTICA”

Nelle prossime 24-48 ore, è attesa una vera sberla artica al nord con picchi notturni di parecchi gradi sotto lo zero. Per fare qualche esempio prevediamo Cuneo -7, Bolzano -8, Milano e Bologna fra i -2/-3°C. Sotto lo zero comunque anche il resto del settentrione. Anche al Centro il graduale miglioramento delle condizioni meteo favorirà una diminuzione delle temperature minime che si avvicineranno molto allo zero, se non andare sotto come a Firenze (-3°C). Meno rigido il clima invece al Sud dove si avranno in media valori attorno ai 7-8°C. Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito www.iLMeteo.it ci dice che fra domenica e lunedì, l’arrivo di un nuovo vortice di bassa pressione sull’Italia, porterà ad una nuova diminuzione dei valori massimi su tutto il Paese. Viceversa, la presenza di una maggiore nuvolosità, sarà alla base delle temperature notturne, più avvertibile al Centro-Nord dove non si avranno più le notti fortemente gelide.

Leggi anche:  Meteo Pasqua e Pasquetta: tempo più soleggiato sull'Italia, salvo residua instabilità

La Protezione civile della Regione Campania ha diramato un’allerta meteo su tutto il territorio regionale a partire dalle 20 di questa sera e fino alla stessa ora di domani, venerdì 25 gennaio. Si rileva, infatti, un abbassamento delle temperature che soprattutto sulle zone interne porterà nevicate generalmente a quote superiori ai 400 metri con gelate persistenti. Sull’intero territorio regionale insisteranno “venti localmente forti settentrionali con raffiche” con conseguente mare agitato lungo le coste esposte e al largo.

Leggi anche:  Meteo, torna il gelo di Buran e il maltempo: attenzione ai Tornado

La Protezione civile ricorda che la colonna relativa al livello di allerta dell’avviso destinato agli enti pubblici è verde poiché si riferisce alla sola criticità idrogeologica da temporali. Per l’allerta vento, neve e gelo, non è previsto il codice colore. La Protezione civile della Campania raccomanda “di porre in essere tutte le misure previste dai rispettivi piani comunali di protezione civile atte a prevenire e contrastare i fenomeni attesi e di monitorare le strutture esposte alle sollecitazioni dei venti e del mare”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteColpo della Polizia di Stato: scoperti e neutralizzati due venditori di morte
Prossimo articoloCOMSUBIN, brevettati 12 nuovi incursori: "il basco verde è un segno distintivo carico di responsabilità"

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.