Condividi

PUNTO DA UNA ZECCA, RICOVERATO D’URGENZA PER ENCEFALITE: PRIMO CASO, E SCATTA L’ALLARME

BELLUNO – È già allarme zecche. Il primo caso di Tbe della stagione è ricoverato da quindici giorni al reparto Malattie infettive del San Martino.

Si tratta di un uomo, un bellunese sui sessantacinque anni, entrato in ospedale dopo il morso del parassita e subito ricoverato per encefalite.  La stagione calda è appena agli inizi ma le zecche fanno già paura. «In questo momento il paziente sta facendo il percorso di riabilitazione rispondendo bene alle cure – si limita a rassicurare il primario del reparto, Ermenegildo Francavilla -, si può dire fuori pericolo. Non è strano ci siano già stati accessi in ospedale per i morsi di zecca, questi parassiti escono già con i primi caldi». 

 

leggo

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteCapotreno e macchinista aggrediti con machete. La polizia ha fermato due persone
Prossimo articoloNel Mare nostrum i pesci sono di tutti ma gli immigrati solo dell'Italia