Condividi

Tito Boeri ci riprova: “L’Italia ha bisogno di più immigrati regolari”

Il presidente dell’Inps, Tito Boeri, torna a ribadire un suo cavallo di battaglia: avere un maggior numero d’immigrati regolari nel Belpaese. Un auspicio già più volte sottolineato dall’Inps e ribadito anche nel settimo Rapporto annuale sull’economia della migrazione, a cura della Fondazione Leone Moressa presentato oggi alla Farnesina.

Boeri ha ricordato che l’Istat, da qui al 2070, prevede un calo della popolazione italiana di 6 milioni di persone, “con un forte calo già nei prossimi 20 anni: 3 milioni e mezzo di persone in meno da qui al 2040. L’evoluzione si spiega da una parte con il calo della natalità – il tasso di fecondità italiano è tra i più bassi nell’area Ocse – ma ci sarà anche un calo dell’immigrazione. Se guardiamo al di là degli effetti transitori del fenomeno dei rifugiati, abbiamo assistito a un calo dei flussi di immigrazione economica e la proiezione nel futuro ci porta a una riduzione del contributo positivo che gli immigrati danno alla crescita della popolazione italiana”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteCancro, sì alla terapia genetica che crea le cellule farmaco: un passo in avanti decisivo?
Prossimo articoloWeinstein, il battibecco tra Asia Argento e Rossella Brescia