Condividi

“Furbetti del cartellino”, 50 indagati fra i dipendenti del Comune di Piacenza

Sono accusati di falso e truffa. Molti timbravano in ufficio per poi uscire e andare in palestra o a fare la spesa. Alcuni avrebbero usato mezzi di servizio per scopi non lavorativi

Il nuovo sindaco del centrodestra Patrizia Barbieri, eletto solo 48 ore fa a Piacenza, si è insediata sulla poltrona di primo cittadino di Palazzo Mercanti proprio nel giorno in cui lo stesso palazzo comunale, e tutta la città, sono stati scossi dall’inchiesta sui dipendenti infedeli accusati di aver a lungo timbrato il cartellino di lavoro per poi «farsi i fatti propri, andando in palestra oppure a fare spesa» come hanno detto il capo della procura Piacentina Salvatore Cappelleri e il sostituto Antonio Colonna.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteLa porta a giocare nella tomba: così un papà si prepara alla morte della figlia
Prossimo articoloMeteo Estate 2017. Previsioni luglio: caldo torrido e bufere