Condividi

In studio sono stati invitati i carabinieri che hanno salvato i due ragazzi, l’appuntato scelto Maurizio Atzori (che ha risposto alla telefonata di Rami) e il carabiniere scelto Aldo Alberto Leone, uno dei primi a intervenire. Atzori ha raccontato: “Non ho mai pensato che quella telefonata fosse un falso, il nostro addestramento non ci permette di pensarlo. Ho ascoltato, ho provato a tranquillizzare il ragazzo e ho inviato la pattuglia. Devo dire che, grazie alle indicazioni di Rami, ho capito che il pullman era all’altezza del Comune di Zelo e quando il ragazzo mi ha parlato del negozio della Brico ho potuto dirigere con più precisione i colleghi”. Ancora il carabiniere: “Rami mi ha parlato dell’attentatore, diceva che teneva in ostaggio il professore con il coltello. E’ stata dura, ma noi siamo sempre presenti”.

Poi ci sono loro, Adam e Rami che vogliono diventare entrambi carabinieri e in omaggio hanno ricevuto i berretti dell’Arma proprio dai militari. Ramy ha poi confermato di essere stato contattato dal suo idolo, il calciatore della Juventus Paulo Dybala, che gli ha promesso un incontro a Torino appena ritornerà dal ritiro con la nazionale argentina

I complimenti dei carabinieri
“Sono stati bravissimi a darci le indicazioni” ha detto Maurizio Atzori, il carabiniere che ha risposto alla telefonata di Adam e che era presente in studio con i ragazzi e con il carabiniere scelto Aldo Alberto Leone, intervenuto per bloccare l’autobus sequestrato con gli studenti a bordo. “È stata dura” ha concluso l’appuntato scelto Atzori. “Però questa storia insegna che noi siamo sempre presenti. I cittadini che avranno bisogno di noi ci troveranno sempre”

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteEx Generale della Guardia di Finanza, 4 lauree e tifoso di calcio: chi è Vito Bardi, il nuovo governatore
Prossimo articoloRicky, il piccolo eroe di San Donato Milanese: "È stato il giorno più brutto della mia vita. Però anche bello perché noi ci siamo aiutati"