Reddito di cittadinanza, sbloccato l’iter per gli extracomunitari: presentata la lista dei Paesi per cui serve la certificazione

Nel complesso le carte Rdc a extracomunitari arriveranno quindi a 78mila su poco più di un milione di beneficiari del reddito di cittadinanza. Nella legge che istituisce il Rdc si chiedeva una certificazione dell’autorità estera competente, tradotta in italiano e legalizzata dall’autorità consolare italiana per comprovare i requisiti reddituali e patrimoniali.

Il decreto interministeriale successivo stabilisce che gli Stati i cittadini dei quali sono tenuti a produrre l’apposita certificazione (solo sul patrimonio immobiliare posseduto all’estero) sono 19: il Bhutan, la Repubblica di Corea, le Figi, il Giappone, Hong Kong, l’Islanda, il Kosovo, il Kirghizistan, il Kuwait, la Malaysia, la Nuova Zelanda, il Qatar, il Ruanda, San Marino, Santa Lucia Singapore, la Svizzera, Taiwan e Tonga. Per gli altri (la grande maggioranza) la domanda viene quindi sbloccata.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche