Condividi

Nella serata di lunedì 4 febbraio, gli agenti della Sezione Polfer di Villa San Giovanni hanno atteso in Stazione l’arrivo del treno regionale proveniente da Rosarno e diretto a Reggio Calabria, in quanto a bordo era stata segnalata la presenza di un cittadino straniero privo del titolo di viaggio, che rifiutava di fornire le proprie generalità al capotreno.

LA DINAMICA DEGLI EVENTI

Saliti a bordo, i poliziotti hanno chiesto al giovane di esibire i documenti, l’uomo si è rifiutato, diventando violento e scagliandosi contro gli Agenti, cercando di colpirli con calci e pugni. La pronta reazione di questi ultimi impediva che altri viaggiatori rimanessero coinvolti nella colluttazione. Con non poche difficoltà il cittadino extracomunitario veniva ammanettato e fatto scendere dal treno.

Nell’ aggressione uno dei poliziotti ha riportato una lesione contusiva alla mano destra. I successivi accertamenti consentivano di identificare l’uomo in T.O., cittadino nigeriano, di anni 26, senza fissa dimora, titolare di regolare permesso di soggiorno.
Oltre ai reati di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale, allo straniero veniva contestata anche l’interruzione di pubblico servizio.

In sede di processo per direttissima, il giudice, nel convalidare l’arresto, ha sottoposto il giovane all’obbligo di firma presso la Questura di Reggio Calabria.

Articolo precedenteManuel Bortuzzo, confessano i due sospettati: "Sparato per errore, Manuel merita giustizia"
Prossimo articoloTorino, rapinatore si schianta e muore durante l'inseguimento: indagato un poliziotto

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.