Condividi

Il progetto di legge, presentato dal leghista Gianpaolo Bottacin, è stato discusso questa settimana in Consiglio. Un modo, sottolineano i sostenitori, per educare i più giovani e farli maturare. Ne parla di PATRIZIA BALDINO su Repubblica.it

Reintrodurre il servizio di leva obbligatorio per tutti i cittadini italiani tra i 18 e i 28 anni, per un periodo di otto mesi, fatta salva la possibilità di fare il servizio civile.

È la proposta del leghista Gianpaolo Bottacin, assessore alla Protezione civile della regione Veneto, discussa dall’assemblea regionale.

Un progetto di legge statale di iniziativa regionale, per “rinsaldare quel desiderio di appartenenza al gruppo che in molti ricordano conseguente al periodo vissuto con i commilitoni durante la leva”

si legge nel testo presentato, che prevede la possibilità di scegliere se trascorrere il periodo di servizio militare, che può essere anche dilazionato, nel settore della Protezione Civile o in quello della Difesa.

Il Veneto vuole reintrodurre la leva obbligatoria per almeno otto mesi

“La leva obbligatoria è stata sospesa, non abolita” è il commento del presidente della Commissione, il leghista Marino Finozzi, che ha sottolineato come ci siano state “posizioni diverse all’interno degli stessi partiti perché la questione riguarda molto la sensibilità personale.

Tra i sostenitori del progetto di legge, ad esempio, c’è la consigliera Erika Baldin del Movimento cinque stelle: “Il servizio militare può essere utile per far maturare i ragazzi, che al giorno d’oggi ne hanno bisogno”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMonza, Carabiniere spara e colpisce 25enne in fuga che aveva travolto tre militari
Prossimo articoloMorta la moglie di Mariano, e martedì c'è lo sfratto