Revisione della patente possibile anche dopo lievi incidenti

Patente, rischio ritiro anche per lievi infrazioni al codice stradale della strada

ROMA – Con una recente sentenza Il TAR della Toscana conferma che per essere sottoposti alla procedura di revisione della patente e, quindi, rischiare di perderla basta commettere un banale incidente, anche senza feriti e senza che vi siano infrazioni contestate a carico dell’automobilista. Con il pronunciamento numero 681 del 12 aprile, pubblicato il 12 maggio 2017, il Tribunale amministrativo regionale ha infatti respinto il ricorso di un automobilista contro il provvedimento di revisione proposto dalla Motorizzazione Civile di Pisa in seguito all’investimento di un pedone, senza conseguenze fisiche per quest’ultimo.

Nel caso in oggetto il pedone era sceso improvvisamente dal marciapiede e i Carabinieri, chiamati dallo stesso automobilista per verificare l’accaduto, non gli avevano contestato alcuna infrazione. Il collegio di Firenze, confermando recenti orientamenti analoghi del TAR Venezia III (9 gennaio 2017 n. 9) e del TAR Piemonte II (15 novembre 2016 n. 1411), ha chiarito: ”i provvedimenti di revisione della patente di guida non presuppongono l’accertamento di una violazione delle norme sul traffico o di quelle penali o civili, ma sono adottati in dipendenza di qualunque episodio che giustifichi un ragionevole dubbio sulla persistenza dell’idoneità psicofisica o tecnica alla conduzione dei veicoli a motore”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche