Condividi

penitenziaria giuramento marciaDopo l’assorbimento del Corpo Forestale da parte dell’Arma dei carabinieri, continua il processo di riforma delle forze di polizia. La questione penitenziaria, prepotentemente venuta all’attenzione a causa del problema del sovraffollamento delle carceri, ha trovato in questi anni risposte frammentarie, parziali e insufficienti, espressione della incapacità di affrontare il problema nel quadro unitario delle scelte statali di prevenzione e di repressione affidate al sistema penale. E’ quanto si legge nel testo elaborato dalla Commissione Gratteri nell’ambito dell’istituzione del Corpo di Giustizia dello Stato.

In questo senso – si legge nel testo – occorrerà riunificare nell’unica carriera del Corpo di Giustizia dello Stato le varie categorie oggi facenti capo al Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria. Il Corpo di Giustizia dello Stato, il quale in tale prospettiva svolgerà tutte le funzioni connesse all’esecuzione delle pene disposte con sentenze definitive ed ai profili di sicurezza connessi all’attività giudiziaria, si configurerà pertanto come una autentica polizia della Giustizia, e non come una polizia del carcere, così come è stata sinora intesa la Polizia Penitenziaria. Alle attuali funzioni dell’amministrazione penitenziaria dovranno aggiungersi tutte le altre attività volte a dare concreta attuazione ai provvedimenti giudiziari, nonché a curare tutti i profili inerenti la sicurezza connessi all’attività giudiziaria. Tra le nuove competenze da attribuire alla “polizia della giustizia” vanno ricomprese: – l’esecuzione dei provvedimenti di carcerazione o di esecuzione di pene diverse conseguenti a condanne definitive, ove il magistrato in tal senso disponga; – la sorveglianza sui soggetti in detenzione domiciliare od ammessi ad altre misure alternative; – la sicurezza dei magistrati, con apposito nucleo di agenti che provvederà anche ad assicurare la sicurezza dei palazzi di giustizia; – la sicurezza dei collaboratori di Giustizia, anche non detenuti, determinando quella scissione tra attività di sicurezza ed attività investigativa da più parti invocata ed attuata in alcuni moderni ordinamenti occidentali.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedente“Italia, posto di m... dove si fa quello che si vuole”, tunisino accusato di villipendio
Prossimo articoloLatitante aggredisce i poliziotti con lo spray al peperoncino