Condividi

A un mese dall’ordinanza firmata dal sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, che ha previsto sanzioni di 50 euro per ogni giorno in cui i bambini non in regola con i vaccini sono stati condotti a scuola, il conto complessivo della sanzioni economiche tocca i 10.000 euro.

GLI EFFETTI DELLA LEGGE LORENZIN

A rivelarlo è l’edizione riminese de ‘il Resto del Carlino’ secondo cui una famiglia, in particolare, è stata raggiunta da multe per 1000 euro. Dall’entrata in vigore del provvedimento, solo due dei 22 bambini non in regola con la legge Lorenzin, sono stati ritirati dalle scuole comunali mentre i genitori di 7 bambini hanno scelto di avviare, il percorso per completare le vaccinazioni obbligatorie. Gli altri genitori, continuando a portare i figli a scuola, hanno dato mandato ai legali per impugnare le sanzioni del Comune di Rimini davanti al giudice di pace.

L’ordinanza era stata impugnata da sette genitori anche davanti al Tar con la richiesta di sospensione dell’ordinanza comunale. Il 22 maggio scorso il Tribunale ha respinto il ricorso. Il Comune di Rimini, nelle scorse settimane aveva anche segnalato i genitori di 20 alunni alla Procura per la violazione dell’ordinanza che, nel frattempo, è stata rafforzata dal nuovo regolamento comunale che ha reso strutturale in provvedimento che era stato emanato in via d’urgenza e contingibile.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteGermania, ucciso il politico Walter Luebcke con un colpo alla testa
Prossimo articoloI medici "Stai esagerando, non ha niente", poi la morte del piccolo Oliver a soli 6 anni