Condividi

30 mila euro alle vittime dalla Fondazione di Lucarelli
E mentre a Rimini si è aperto il processo all’unico maggiorenne del branco che la notte del 25 agosto ha stuprato e seviziato due donne, è di giovedì la notizia che la Fondazione regionale per le vittime di reati, presieduta dallo scrittore Carlo Lucarelli, devolverà alle vittime, i due turisti polacchi e la trans peruviana, un contributo economico di 30.000 euro complessivi. «Hanno riportato pesanti traumi sia sul piano fisico che psicologico ed emotivo ed è qui che si inserisce il nostro intervento — fa sapere la Fondazione —. Un contributo economico non cancella la violenza di quella notte ma speriamo possa rendere più affrontabile il difficile percorso che segue, con tutti gli aiuti sanitari, psicoterapeutici, legali e di assistenza necessari».

Il legale dei due fratelli ha rimesso il mandato
Sul piano giudiziario, poi, c’è stato un colpo di scena nella difesa dei due fratelli marocchini: il legale di fiducia Paolo Ghiselli del Foro di Rimini ha rimesso il mandato, anche per questioni legate alla strategia difensiva. «Il mio studio ha prestato assistenza ai due minorenni — ha spiegato in una nota — che sono stati invitati a tenere un comportamento collaborativo. Il coinvolgimento di un altro legale di cui sono venuto a conoscenza ha comportato una mia riflessione sulla prosecuzione del mandato difensivo e ho deciso di rinunciare».

corriere.it

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteSmalto per unghie per creare finte abrasioni: così inscenavano la "truffa dello specchietto"
Prossimo articoloBrasile, custode dà fuoco ad un asilo nido: quattro bambini morti