Condividi

Sara Capoferri, la donna bresciana scomparsa da dodici giorni, è stata ritrovata sana e salva. Il giallo della 37enne è finito al bancone di un bar di Rezzato, nel Bresciano, dove è stata riconosciuta dai titolari che hanno avvertito i carabinieri. Poco dopo i militari l’hanno ritrovata mentre camminava con un uomo in una zona di campagna poco distante dal bar.

Della donna si erano perse le tracce dal 21 febbraio, dopo che aveva trascorso alcune ore in compagnia di amici. Quando è stata ritrovata era in buone condizioni di salute, non ha provato a giustificare il suo allontanamento. Poco dopo che la Capoferri era svanita apparentemente nel nulla, la sua auto era stata ritrovata bruciata in un campo a Berlingo, un incendio forse scoppiato per un corto circuito.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteLe mani di Beppe Grillo sull'Italia. Sondaggio devastante: fa il vuoto
Prossimo articoloGenova: una targa commemorativa al Reparto mobile per Diego Turra