Condividi

Va in India per curarsi dalla depressione: 33enne viene drogata, stuprata e decapitata

Era partita per l’India nel tentativo di curare la sua depressione, ma proprio nel viaggio che avrebbe dovuto salvarle la vita ha trovato la morte. Lo racconta Leggo

Liga Skromane, 33enne di origini lettoni, che viveva a Dublino, in Irlanda, da cinque anni era nello stato indiano del Kerala, in uno dei centri ayurvedici per i quali la zona è famosa per curare la sua depressione.

Durante un viaggio nell’entroterra, in cui avrebbe dovuto visitare una spiaggia, è misteriosamente sparita ed è stata trovata, ormai cadavere e in avanzato stato di decomposizione, lo scorso 21 aprile.

Le analisi sul corpo hanno dimostrato che Liga è stata drogata, violentata, poi decapitata e appesa a testa in giù in una foresta di mangrovie, dove è stata infine ritrovata mesi dopo.

La polizia ha arrestato due uomini, come riporta anche il Sun, due spacciatori ritenuti responsabili non solo di averle venduto la droga, ma di averla poi rapita e uccisa.

Quello di Liga è solo uno dei tanti tragici casi di stupro e omicidio di India, dove da qualche tempo a questa parte molte donne, spesso bambine, sono finite nella rete di malviventi: criminali che le adescano a scopo di violenza sessuale e finiscono per ucciderle barbaramente.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteIndia, 16enne stuprata dal branco e poi bruciata viva per vendetta
Prossimo articoloBimbo mangia yogurt il giorno della scadenza: ricoverato d'urgenza in ospedale