Condividi

Impruneta (Firenze), 1 settembre 2017 – Prima hanno buttato i cassonetti dei rifiuti in mezzo alla via Cassia, poi si sono sdraiati in mezzo alla strada bloccando il traffico. Alcuni migranti hanno messo in scena un pomeriggio di ordinaria follia davanti alla ex Locanda degli Scopeti, ora adibita a centro di accoglienza per richiedenti asilo gestito dalla Caritas Fiorentina.

Nel centro vivono una trentina di persone, ma a protestare erano circa una decina, tutti di nazionalità nigeriana. «Non stiamo bene in questa struttura», la frase ricorrente «Mangiamo cibo scadente, solo riso e pasta», l’altra motivazione addotta in tarda mattinata di ieri.

Dalle parole, in breve sono passati ai fatti: sono scesi in strada e hanno buttato i cassonetti sull’asfalto per bloccare il traffico. Verso le 2 del pomeriggio gli operatori della Caritas hanno chiamato il 112, che ha inviato sul posto carabinieri dalla stazione di Impruneta, dal nucleo radiomobile della compagnia di Scandicci. Agli Scopeti è arrivato anche il comandante di compagnia, capitano Caneschi che si è dato da fare per riportare la calma nell’agitato gruppo di richiedenti asilo. Che in verità di trovare serenità non aveva proprio intenzione.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteGenova, pusher reagisce all’arresto e ferisce tre carabinieri. In centocinquanta stanno a guardare senza muovere un dito
Prossimo articoloAgente accoltellato a Stoccolma: scatta la censura sull’assalitore