Condividi

Prestava servizio al NORM – Nucleo Radiomobile di Castel Gandolfo il Carabiniere Roberto Capoccia, venuto a mancare nella giornata di ieri, 8 Marzo, qualche ora dopo aver smontato dal regolare turno. Roberto aveva 51 anni ed era originario di Pavona di Castel Gandolfo. Il Carabiniere, racconta il sito ilmamilio.it, sarebbe stato tradito da un malore appena dopo aver terminato di pranzare. Ai momenti del fatto si trovava nella propria abitazione. I soccorritori del 118 lo hanno assistito e trasportato all’Ospedale dei Castelli Romani ma a poco è servito, poco tempo dopo avrebbe chiuso gli occhi per sempre. I funerali si sono svolti nrlla giornata di oggi presso la Chiesa di San Giuseppe a Pavona di Albano. Sgomento ed incredulità tra i suoi colleghi, che lo hanno sempre apprezzato per le sue doti umane e la professionalità. Da trent’anni era al servizio dell’Arma, da molti presso la Compagnia di Castel Gandolfo, nel nucleo Radiomoile.

Leggi anche:  Prostituzione, maxi blitz dei carabinieri

Roberto Capoccia ha lascia la moglie e due figli adolescenti.

Articolo precedenteSentenza "tempesta emotiva", Michele Castaldo tenta il suicidio in carcere
Prossimo articoloOmicidio Crotti. "Quando le è stato dato fuoco, Stefania era ancora viva". E spunta l'audio choc a Quarto Grado

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.