Condividi

Un malore improvviso, dopo una passeggiata di prima mattina, non gli ha lasciato scampo.

E’ morto per un malore improvviso l’ispettore Capo Roberto Gnagnetti, in servizio presso il polizia giudiziaria alla Procura della Repubblica di Perugia

Subito soccorso dal 118, intervenuto su rischiesta dei famigliari a casa propria, dove l’uomo si è sentito male. Purtroppo però non c’è stato nulla da fare. Gnagnetti, 50 anni appena, non ce l’ha fatta. Nella stessa giornata, sempre a Perugia, un 21enne è morto a causa di un drammatico incidente in moto.

Il sindaco di Perugia Andrea Romizi e tutta l’amministrazione comunale si stringono intorno alla famiglia dell’ispettore, stimato e apprezzato non solo negli ambienti di polizia,

ma anche nel mondo del calcio (nel corso degli anni Gnagnetti era stato coordinatore del settore giovanile delle società calcistiche Pontevecchio, San Sisto e Castel del Piano). In carriera aveva scoperto e lanciato nel calcio professionistico il centravanti della Fiorentina, Diego Falcinelli

“Gnagnetti è stato esempio di grande professionalità – si legge in una nota di cordoglio ufficiale del Comune di Perugia –

grazie al suo forte senso del dovere come dimostrato anche ultimamente quando, pur fuori servizio, era riuscito a bloccare un ladro che aveva appena commesso un furto in un supermercato”.

E ancora: “Il suo impegno sociale è da sempre andato oltre l’ambito professionale, con la sua apprezzata presenza nel mondo dello sport dilettantistico giovanile. Ai suoi familiari vanno le più sincere e sentite condoglianze”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMatteo Salvini ministro "della gente", i cittadini lo acclamano e chiedono i selfie
Prossimo articoloTroppo veloce in bicicletta, ciclista multato dall'autovelox: pedalava a 20 chilometri all'ora