Condividi

Roberto Pennisi e Marco Licata, questi i nomi che rimbombano in queste ore di lutto

Saranno celebrati domani i funerali di Marco Licata, appuntato dei Carabiniere di 48 anni diventato papà di un bimbo da poco più di un mese.

Novara. Il Carabiniere era spirato il 7 Maggio scorso nella propria casa, a poco più di un mese dalla nascita del suo bimbo. Secondo le prime notizie avute era stato un malore a causarne il decesso.

Marco Licata, molto apprezzato al Nucleo Investigativo di Novara dove, per la partecipazione a numerose operazioni aveva ricevuto diversi riconoscimenti, era in servizio da poco alla compagnia di Vercelli.

Di pochi minuti fa è invece la notizia della decisione circa la data dei funerali: la celebrazione sarà fatta il 15 Maggio alle 10.30 presso la chiesa di Monticello, il luogo in cui Marco viveva con la sua amata moglie

 

Pochi giorni dopo Marco, il 10, un’altra brutta notizia si è abbattuta sulla famiglia delle Forze dell’ordine: la precoce scomparsa del poliziotto Roberto Pennisi, in servizio presso il Reparto Prevenzione Crimine di Catania. Tutto, secondo quanto raccontano amici e colleghi, è avvenuto in poche settimane. La notizia è stata diffusa sul web dalle sigle sindacali SAP e SIAP “Un’altro angelo salito in cielo. Sei stato più di un collega, eri come un fratello”

I funerali sono stati celebrati il giorno successivo. Nomerosi sono i messaggi di cordoglio giunti sul web “La tua morte inattesa e rapida lascia un grande vuoto fra tutti coloro che ti hanno conosciuto ed inevitabilmente voluto bene Roberto, Ciao guerriero” ha scritto per lui una collega

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedentePoliziotto di 32 anni si spara: sgomento e dolore in Questura
Prossimo articoloAssolto con formula piena il Colonnello dei Carabinieri Luciano Zarbano: era stato accusato di abuso d'ufficio

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.