Condividi

Quattro persone sono rimaste ferite in una maxi rissa scoppiata ieri sera nel centro di Roma, nel rione Monti. Si sarebbe trattato, stando alle prime ricostruzioni da parte della polizia, di uno scontro tra tifosi, avvenuto alla vigilia della partita di calcio di Europa league tra Lazio e Siviglia che si disputa questa sera allo stadio Olimpico. E difatti due delle persone ferite sarebbero dei tifosi spagnoli: uno, il più grave, è stato portato in ospedale Santo Spirito in codice rosso. Nello stesso nosocomio sono stati ricoverati anche gli altri feriti: oltre al secondo tifoso spagnolo ci sono anche un inglese e un americano.

LA DINAMICA DELLO SCONTRO

Tutti e quattro sono stati accoltellati. La dinamica di quanto accaduto è ancora al vaglio della Digos, che sta indagando per accertare le eventuali responsabilità da parte di ultras laziali nell’episodio. Stando a quanto ricostruito gli accoltellamenti sarebbero stati preceduti da una rissa scoppiata in uno dei locali che si trova nella zona tra via Leonina e via dei Serpenti attorno alle 21, dove alcuni tifosi spagnoli stavano assistendo alla partita di Champions league del Real Madrid. Successivamente un altro gruppo di tifosi, in questo caso del Siviglia, sarebbe stato fronteggiato da alcune persone col volto coperto da passamontagna, forse ultras della Lazio. I tifosi aggrediti sono fuggiti cercando riparo, sanguinanti, nei ristoranti della zona, mentre venivano inseguiti dai loro aggressori in quello che potrebbe anche essere stato un raid pianificato. Sul posto sono intervenute due ambulanze e diverse volanti della polizia con gli agenti in assetto antisommossa. Adesso l’episodio è al vaglio degli investigatori della Digos: si tratta comunque di un preoccupante campanello di allarme in vista della partita di questa sera.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedentePreso il capo della mafia nigeriana di Mestre
Prossimo articoloCasoria, brucia una fabbrica: la colonna di fumo arriva a Napoli, visibile da chilometri

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.