Russia, comandante muore d’infarto mentre pilota l’aereo: paura per 150 passeggeri e atterraggio d’emergenza

Un pilota d’aereo ha avuto un infarto mentre lavorava, in seguito all’episodio si è reso necessario un atterraggio d’emergenza

Lo racconta il quotidiano Leggo. E’ successo su un Airbus A320 VP-BLH appartenente a Aeroflot, compagnia russa.

L’uomo purtroppo non ce l’ha fatta ed è morto. Il malore, forse un infarto o una trombosi, proprio mentre era al lavoro a 33mila piedi di altezza, su un aereo con a bordo 150 passeggeri e sette membri d’equipaggio.

Il velivolo era partito da Mosca, ma è stato necessario effettuare un atterraggio di emergenza a Rostov, sul Don, dove a bordo sono saliti i medici per cercare di aiutare il pilota per il quale però non c’era più nulla da fare se non constatare il decesso.

Immediatamente durante il volo è stata chiesta la presenza di un dottore per un malore di uno dei membri dell’equipaggio e subito dopo è stato annunciato l’atterraggio di emerganza.