Salvini sul Conte-bis: “Dureranno poco, poi toccherà di nuovo a noi”

Il ministro degli Interni uscente ha commentato così la nascita del nuovo governo Conte, a poche ore dal voto degli iscritti del Movimento sulla piattaforma Rousseau: “In questo momento sta vincendo il partito del Palazzo. Ma l’onore e la dignità di andare in giro a testa alta non valgono mille ministeri”. E ancora: “Volevo solo dare la parola agli italiani. In democrazia mi insegnavano che funziona così. M5S e Pd sono d’accordo solo sul fatto che hanno in antipatia Salvini e la Lega. Ho letto cose che fanno rabbrividire: vogliono fermare Quota 100 per tornare alla Fornero, di Flat Tax non se ne parla. Non vorrei che per fare un dispetto a Salvini facessero un disastro per gli italiani. Prima o poi gli italiani il loro giudizio lo daranno e io sono pronto”.

Poi l’affondo al presidente del Consiglio incaricato: “Io lo invidio Conte, perché il fegato di governare un mese con la Lega e un mese con la sinistra non lo avrei. Da avvocato del popolo si è evidentemente trasformato in avvocato dei potenti. Conte passa con agilità da destra a sinistra, da sopra a sotto per salvare la propria poltrona. In Parlamento c’è chi per non mollare la poltrona voterebbe anche Pippo e Pluto – ha aggiunto il leader della Lega – Pd e M5S stanno litigando per le poltrone, perché su tutto il resto non sono d’accordo”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche