Condividi

Il piano del ministro dell’Interno per aumentare le forze dell’ordine e spostare i fondi dall’accoglienza

I soldi pubblici dai campi profughi all’investimento nella sicurezza cittadini. Risulta che nei prossimi giorni gli uffici il Viminale chiederà al ministro dell’Economia di assumere 10mila poliziotti. Lo riporta Il secolo d’Italia

Tria ovviamente domanderà al collega di governo in che modo intende finanziare questa massa di forze dell’ordine e Salvini un’idea ce l’ha:

Risultati immagini per polizia immigrazione

“Se il trend che abbiamo imposto proseguirà quest’anno – ha detto il leghista parlando al Forum di Cernobbio – gli sbarchi si ridurranno dai 120 mila dell’anno scorso, ai meno di 30 mila di quest’anno, per un risparmio in spesa corrente di 1,2 miliardi di euro”.

L’idea dunque è facile: spostare una parte (circa “un terzo”) dei risparmi alla voce di bilancio sulle assunzioni di altri uomini in divisa.

Salvini ne vorrebbe 10mila e sa bene che ogni addetto in più ha un “costo unitario annuo di 40mila euro” per le casse dello Stato. “Quindi – fa i conti il leghista – circa 400 milioni di euro. Un investimento che passa da una malintesa accoglienza ad una forma di sicurezza sul territorio”.

Il consiglio dei ministri si troverà di fronte anche un testo con l’obiettivo di combattere immigrazione clandestina, ridurre l’eccesso di permessi umanitari e aumentare i rimpatri dei clandestini.

Tra le misure anche una rivisitazione delle ius sanguinis, norme per la revoca del permesso di soggiorno (o della cittadinanza) a chi commette gravi reati e direttive per far crollare i costi dell’accoglienza.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMigrante arrestato, subito libero: va a vantarsene con gli agenti. "Sono musulmano: faccio ciò che voglio"
Prossimo articoloAdulto gli dà un bacio, neonato di 11 giorni rischia la vita per un herpes