Condividi

Ha perso i genitori, il piccolo Samuel adottato da tutta Italia: “Ma le donazioni sono bloccate”

Il bimbo, 7 anni, fu estratto vivo dalle macerie dellʼhotel Rigopiano travolto dalla valanga, ma non può ancora usufruire dei 137mila euro raccolti per lui

Samuel Di Michelangelo ha sette anni ed è rimasto orfano nella tragedia dell’hotel Rigopiano di Farindola: suo papà Domenico e sua mamma Marina, originari di Chieti ma residenti a Osimo (Ancona), hanno perso la vita sotto la valanga che a gennaio travolse l’albergo sul Gran Sasso. Per Samuel, affidato ai nonni, il comune di Osimo aveva organizzato una raccolta fondi attivando un conto corrente.

Al piccolo era arrivato l’amore di tutta Italia, con le donazioni fatte tramite bonifico giunte da ogni angolo della penisola. Peccato che i soldi raccolti – circa 137mila euro – sono bloccati (e di conseguenza inutilizzabili) dal mese da aprile. Il motivo? Il tribunale dei minori competente non ha ancora nominato un tutore definitivo per il bimbo. Tutore provvisorio del piccolo è il fratello del padre, ma finché non verrà nominato il tutore definitivo la somma non sarà a disposizione del bambino.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMoto contro auto, morto il caporalmaggiore dell'Esercito Pietro di Nuzzi
Prossimo articoloCagliari, studente pesta prof che lo rimprovera perché usa il cellulare