Condividi

Il premier spagnolo Pedro Sanchez ha annunciato di aver offerto il porto di Algesiras, in Andalusia, per lo sbarco dei migranti con un tweet.

Offerta di attracco da parte della spagna per Open Arms nel porto di Algeciras, è questo il comunicato emesso poco fa dal governo spagnolo dopo il diciottesimo giorno di stallo di fronte al porto di Lampedusa.

A questo punto, l’imbarcazione con oltre cento persone a bordo potrebbe riprendere il mare in direzione della Spagna. “Da Lampedusa ad Algeciras ci sono sette giorni di navigazione, è realmente inverosimile poter viaggiare con 107 persone a bordo in queste condizioni” ha detto però Roberto Gatti, presidente di Open Arms.

Queste le parole del premier spagnolo “Ho indicato che il porto di Algeciras sia abilitato per ricevere OpenArms. La Spagna agisce sempre nelle emergenze umanitarie. È necessario stabilire una soluzione europea, ordinata e di supporto, che guidi la sfida migratoria con i valori del progresso e dell’umanesimo dell’Ue”.

L’inconcepibile risposta delle autorità italiane, e in particolare del suo ministro dell’Interno Matteo Salvini – continua Sanchez – , di chiudere tutti i suoi porti e le difficoltà esposte da altri paesi del Mediterraneo centrale, hanno portato la Spagna a guidare nuovamente la risposta alla crisi umanitaria ”

La risposta di Salvini a Open Arms

“Da 17 giorni, invece di andare in un porto spagnolo, questi ‘signori’ tengono in ostaggio gli immigrati a bordo (fra cui finti malati e finti minorenni) solo per attaccare e provocare me e l’Italia”.

Altro sbarco nella notte

Un’imbarcazione con 57 migranti a bordo è riuscita ad arrivare nei pressi dell’isola Lampione, a poca distanza da Lampedusa. Lo sbarco è avvenuto verso le 22 di sabato. I migranti sono stati trasferiti all’hotspot di contrada Imbriacola.

In attesa della Ocean Viking

A bordo della Ocean Viking, attualmente tra Malta e Lampedusa, ci sono 356 migranti. Lo fa sapere tgcom24. Tra di loro anche molti minorenni. La Ocean Viking è gestita da SOS Méditerranée e Medici senza Frontiere. “I nostri medici a bordo di Ocean Viking stanno monitorando attentamente un paziente, le cui condizioni sono peggiorate rapidamente”, si legge in un tweet di Medici senza frontiere. Un medico di Msf aggiunge: “Stiamo cercando di tenerlo il più stabile possibile nella clinica a bordo ma è solo una soluzione a breve termine”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteIncidente tra una volante della polizia e una smart: quattro persone in ospedale
Prossimo articoloNon va al lavoro per la morte del cane: cameriera licenziata. Ora lotta per il diritto al congedo dal lavoro per la morte di un animale domestico

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.