“Sangue nel pannolino e sul sedere”. Violenta la figlia di 13 mesi e la uccide: ne esce libero

“Sangue nel pannolino e sul sedere”. Violenta la figlia di 13 mesi e la uccide: ne esce libero

Avrebbe stuprato la sua bambina fino ad ucciderla, ma Paul Worthington è riuscito salvarsi per insufficienza di prove a causa, sembra, di indagini svolte superficialmente.

Ora la Corte Suprema – racconta fanpage – ha aperta una nuova inchiesta e i particolari emersi sulla morte della bimba sono assolutamente sconvolgenti.

L’episodio risale al 2012, la figlia di Worthington aveva poco più di un anno.
Siamo in Gran Bretagna

 

 Poppi had been sleeping in her cot in the hours before her death

 

Titolare delle indagini era l’ispettore di polizia Amanda Sadler che durante il processo parrebbe aver dichiarato di non aver mai avuto alcuna esperienza pregressa rispetto ad omicidi di quel genere

dettaglio che avrebbe portato la locale polizia a danneggiare ogni elemento di prova in favore di un processo adeguato.

 

 A Home Office pathologist told the inquest there were 'strong suspicions of child abuse'

 

Il papà della bambina, regolarmente interrogato, si è sempre rifiutato di spiegare come il proprio DNA fosse finito sulle parti intime della bambina, in particolare nella zona lombare e sui glutei ed ancora, come mai la bambina presentasse ferite e sanguinamento nelle stesse zone.

Ma gli errori e le ingenuità della polizia, riportano i quotidiani locali, sarebbero tanti e pesantissimi.

Nessuna analisi tecnico, scientifica e forense pervenuta dai laboratori, elementi di prova mai catalogati nè prelevati come ad esempio lenzuola e vestiti. Analisi sul corpicino effettuati con ritardo.

 

 Pictures of the pyjamas she was wearing have also been released

 

Nessun sequestro né esame nel computer del presunto assassino. Proprio in seguito a questi pessimi risultati, il sottufficiale si è congedato lo scorso 2016

Nel frattempo ricominciata una nuova inchiesta da parte della Corte Suprema, il padre avrebbe se la sarebbe a questo punto cavata

Sarah McQuiston, l’infermiera intervenuta al momento della scoperta delle violenze e che prese in braccio la bimba prima di portarla al pronto soccorso,

 

 Lord Justice Peter Jackson ruled Paul Worthington had probably sexually assaulted his daughter before her death

 

aveva detto di aver notato una condizione di salute pessima già pregressa “molle, fredda, blu e aveva un’emorragia”, il sangue era rosso vivo “gocciolava sulle gambe, non aveva il pannolino” e il “pancino era molto gonfio”.

Anche il medico che l’aveva visitata all’arrivo in ospedale, aveva dichiarato le stesse cose”

“Mai visto un episodio del genere nella mia professione” aveva infine dichiarato il medico.

Nel frattempo, la corte va avanti nel tentativo di incriminar l’uomo in ulteriore grado di giudizio

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche