Condividi

Avevano poco più di vent’anni, la loro unica colpa: trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato. E così, questi ragazzi, Eleonora Frasson e Leonardo Girardi, Giovanni Mattiuzzo e Riccardo Laugeni hanno perso la vita, uccisi in un incidente stradale per il quale è stato fermato un 26enne romeno con l’accusa di omicidio stradale plurimo e omissione di soccorso.

La cattiversia però, si sa, non ha limiti, e se non bastasse la tragedia per queste famiglie, al dolore va ad aggiungersi anche la vergogna di alcuni commenti social. Lo denuncia la mamma di una delle vittime, Milena Smaniotto, la mamma di Leonardo Girardi:

“Mio figlio e i suoi amici non erano né drogati né ubriachi, come ho letto sui social. Erano ragazzi che avevano con un’educazione d’altri tempi”.

E’ il Gazzettino a rivelare gli orrendi episodi: due giorni dopo il dramma, la mamma ha trova la forza di zittire coloro che in rete hanno bollato la tragedia come strage del sabato sera, adombrando che le quattro giovani vittime non fossero in sé, tra le cause dell’incidente scrivendo: “Ve la siete cercata”.

LEGGI ANCHE: Tragedia di Jesolo. ​Fermato per omicidio stradale plurimo il giovane romeno alla guida della Golf

“Ringrazio anche quel ragazzo che ha agganciato la sua macchina a quella incidentata per tirarla fuori dall’acqua… ma il cavo si è rotto e non ha potuto far altro – ha scritto poi la donna – Lo ringrazio tanto. Un grazie anche a quella signora che ha dato il telefono a mia figlia per chiamarmi. Grazie ai pompieri, alle forze dell’ordine al personale medico: siete stati tutti umani”

Articolo precedenteDiscovery 5, ecco il nuovo bestione della Polizia di Stato. Presto sulle nostre strade
Prossimo articoloE' successo ancora: un appuntato si è sparato. É il 28esimo suicidio tra tutte le forze dell’ordine nel 2019