NON C'è DIDA, MA SOLO 'SBARCO' - DA CICCIO RUTA
Condividi

Nuovo sbarco sulle coste siciliane: 47 migranti, tra i quali dieci donne, sono approdati nel porto di Pozzallo a bordo di un pattugliatore della Guardia di Finanza. I profughi, soccorsi su un’imbarcazione nel Canale di Sicilia da una motovedetta della Guardia Costiera, erano complessivamente 53, ma sei di loro sono stati subito trasferiti a Lampedusa per problemi medici. Gli altri 47 sono stati trasferiti nell’hot spot di Pozzallo.

Non solo in Sicilia, un nuovo sbarco di migranti infatti è avvenuto in Sardegna sulla tratta dall’Algeria: tredici persone sono state intercettate nelle acque davanti a Porto Pino, sulla costa sud occidentale dell’isola. Sono tutti maschi e adulti e stanno bene. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. Dopo le procedure di identificazione, i migranti sono stati al Centro di primo soccorso e accoglienza di Monastir, alle porte di Cagliari.

A Malta i 44 salvati dallʼAlan Kurdi

Intanto la Alan Kurdi ha salvato 44 persone da una barca in legno in cooperazione con le autorità maltesi. Una nave della Marina di Malta è in rotta per trasbordare le persone dalla Alan Kurdi e portarli a terra”. Lo scrive su Twitter la ong tedesca Sea Eye. Tra le 44 persone recuperate dalla Alan Kurdi ci sono quattro donne e tre bambini. I migranti salvati, riporta Tgcom, hanno affermato di essere in viaggio in mare da sabato e che avevano finito il carburante.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteLivorno, salvato dalla Polizia un bimbo salito sul tetto: il padre era alle slot machine
Prossimo articoloSicurezza bis, il sindacato di Polizia: "Bene su immigrazione ma c'è poca tutela per le Forze dell' Ordine"