Condividi

SOS1306221Catania, 10 agosto 2013 – Uno sbarco di immigrati clandestini è avvenuto all’alba a Catania. Sei di loro sono morti. I corpi sono sulla battigia della spiaggia del lungomare Plaia. Sul posto Guardia Costiera, Polizia e Carabinieri, per ricostruire le dinamiche dell’accaduto e prestare i primi soccorsi. I sei, secondo una prima ricostruzione, sarebbero annegati durante il disperato tentativo di raggiungere la riva. Sul natante c’erano almeno 120 persone.

Il peschereccio con cui erano arrivati si è arenato a 15 metri dalla riva. Gli extracomunitari che non sapevano nuotare sono così precipitati in un canale profondo alcuni metri che c’era prima della battigia e che li ha inghiottiti. Secondo gli investigatori, volevano raggiungere la battigia per fuggire. Tra i sopravvissuti donne e anche bambini molto piccoli. Sono stati soccorsi dalle forze dell’ordine e dalla guardia costiera e trasferiti nel porto di Catania per l’identificazione e i soccorsi.

Sommozzatori dei vigili del fuoco sono al lavoro nel tratto di mare antistante il lungomare della Plaia di Catania. I sub stanno controllando lo scafo e cercando eventuali altre vittime rimaste sottoacqua, anche se quest’ultima ipotesi non è ritenuta al momento probabile. (tgcom24)

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMaltempo, bimbo estratto da auto sommersa sotto cavalcavia
Prossimo articoloAutostrada A4, coda di sedici chilometri