Condividi

Ci sono dei casi ai quali non troveremo mai una risposta; casi di violenza gratuita provocati da impulsi distruttivi, da raptus incontrollati causati da istinti puramente negativi ed emozioni frustrate che portano ad una rabbia cieca che si sfoga come sempre sugli esseri più deboli. Purtroppo si tratta di un’assenza di consapevolezza, di una mancata “presenza” degli individui che non ascoltano loro stessi e gli altri e si lasciano trascinare in deliri dissociati.

Difficilmente si potranno trovare giustificazioni a gesti come quelli che si sono verificati in Piemonte, nella stessa giornata del sabato 25 marzo con le stesse modalità.

Ebbene si, due cani sono stati lanciati dal balcone di casa e uno di loro è deceduto per le gravi ferite riportate.

E’ quanto denuncia la Lida riportando i due drammatici episodi di cronaca. Il primo evento si è verificato a Cirié dove al termine di una lite coniugale, un uomo ha lanciato il cagnolino della moglie dalla terrazza di casa, situata in una palazzina a Piazza Loreto, poco dopo cena, verso le 21h. La moglie avrebbe dato l’allarme, chiamando le forze dell’ordine che, intervenute sul posto, hanno chiamato il veterinario di turno, il quale non ha potuto fare altro che constatare la morte del povero animale.

Sul caso stanno ancora indagando i carabinieri per ricostruire le dinamiche e le cause dopo aver denunciato l’uomo per uccisione di animale.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteA.A.A. Metalmeccanici cercasi: "Da noi c'è lavoro, ma non troviamo gli operai"
Prossimo articoloUn bimbo di 4 anni salva la mamma svenuta grazie allo smartphone