Scende dal treno per una sigaretta, il cane antidroga lo “punta”: pusher nigeriano in manette

Trento – Aveva nella pancia quasi un chilo di eroina in ovuli ed è stato arrestato dalla guardia di finanza di Trento, lo racconta l’edizione Online del Gazzettino. È un giovane di 26 anni, di origine nigeriana, residente ad Avellino, scoperto su un treno proveniente dalla Germania e diretto a Bologna, accusato di traffico internazionale di droga.

A tradirlo è stata una sigaretta fumata durante la sosta alla stazione di Trento. Uno dei cani dei finanzieri, l’ha puntato e il giovane si è affrettato a risalire. Lo stesso hanno fatto i militari, che nel frattempo hanno allertato la polizia ferroviaria di Verona, competente per il controllo sui convogli. Perquisito, non aveva addosso stupefacenti, ma l’insistenza del cane antidroga li ha convinti a portarlo all’ospedale di Trento, dove una radiografia ha evidenziato 76 ovuli, da 13 grammi l’uno. Si tratta del sesto pusher che la Gdf di Trento ha individuato da dicembre 2018 che usava questo stesso metodo. Cinque erano state trovate su un bus, con dieci chili tra eroina e cocaina.



Potrebbero interessarti anche