Condividi

C’è orgoglio sì, ma anche “malessere professionale e umano”. Ecco perché dopo le centinaia di feriti e i troppi morti, ora polizia, carabinieri, finanzieri, penitenziari e vigili del fuoco hanno deciso di scendere in piazza per chiedere al governo italiano “la giusta considerazione”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedentePiemonte, notte di paura causata dal maltempo: un morto e due dispersi
Prossimo articoloReggio Calabria, Carabinieri e Vigili del Fuoco salvano coppia e nipoti da un incendio

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.