Scolaresca in gita a Venezia, studentessa violentata da due coetanei: salvata da un compagno

Una gita a Venezia, un momento di gioia, crescita e condivisione per molti ragazzi italiani, per una giovane studentessa si è trasformato in un vero e proprio incubo

L’episodio è raccontato Monica Andolfatto sul Gazzettino.

L’hanno afferrata e trascinata in un sottoportico buio. Uno faceva da palo, l’altro ha tentato di stuprarla.

E la violenza stava per consumarsi se non fosse stato per l’intervento di un compagno di scuola che è riuscito a liberarla ai due coetanei poi fuggiti: 14 anni la vittima, poco più gli aguzzini.

La gita a Venezia per un’alunna di 3. media di una scuola dell’Alto Adige rimarrà per sempre macchiata dall’abuso subìto.

Quando la polizia è arrivata- allertata da una prof – la ragazzina era ancora in fortissimo stato di choc. Traumatizzata. E lo erano anche le amiche con cui si trovava al momento dell’aggressione.

 

Gita a Venezia, 14enne violentata  da 2 coetanei: choc alla Giudecca

 

L’episodio mercoledì alla Giudecca: la scolaresca alloggiava all’ostello Generator. È all’imbarcadero delle Zitelle che la 14enne, insieme alle amiche, conosce i due ragazzi del posto, uno straniero, uno veneziano.

Dopo cena, attorno alle 21. Sono simpatici, carini, tranquilli. Ridono, scherzano. Ma di lì a poco la magia c lascerà drammaticamente posto a un incubo che si materializza in maniera brutale.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche