Condividi

Ancora una scossa nel Sud Italia, in Calabria e questa volta piuttosto intenza.

Ancora un episodio dunque, come segnala l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, dopo quelli degli scorsi giorni in Sicilia e prima ancora sempre in Calabria.

4.2 scala richter a 11 chilometri di profondità, avvertita intorno alle 7,24 di mattina nella costa calabra sud occidentale Calabrese, ovvero le zone tra Catanzaro, Vibo Valentia e Reggio Calabria.

Dopo il terremoto delle 7.24 la terra ha continuato a tremare a Reggio Calabria. Nella zona sono state distintamente avvertite tre scosse di assestamento, tutte fra l’1.7 e 1.9 di magnitudo,

due con epicentro Stretto di Messina, una con epicentro al largo della costa Viola. Al momento Non si segnalano al momento danni.

“La scossa si è avvertita parecchio – si legge su Repubblica.it – Siamo in contatto con la protezione civile regionale e abbiamo allertato il centro operativo.

Squadre sono uscite a perlustrare la zona e a fare verifiche”, così Soccorsa Bruno, vicesindaco di Palmi, comune più vicino all’epicentro della scossa di terremoto di stamattina, spiegando che al momento non risultano “danni a cose o a persone”.

Il vicesindaco sottolinea che le verifiche proseguono anche “nella zona mare”. Insieme alla protezione civile regionale si sta “valutando la questione delle scuole”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteAllerta fake news: nessun uragano in arrivo sull'Italia. Ecco perché è una bufala
Prossimo articoloRapina in villa a Lanciano, la mamma del capobanda feroce contro il figlio "Deve soffrire"