Scossa nella notte tra Grecia e Turchia di magnitudo 6.7: almeno 2 morti e 200 feriti

Scossa nella notte tra Grecia e Turchia di magnitudo 6.7: almeno 2 morti e 200 feriti

Una forte scossa di terremoto, di magnitudo 6,7, registrata nel Mar Egeo, ha causato la morte di due persone e il ferimento di oltre 200 persone sull’isola. Lo ha riferito lo stesso sindaco dell’isola, Giorgos Kyritsis. L’epicentro del sisma, che si è verificato all’1.30 di questa notte a una profondità di 10 km, è stato localizzato tra Kos e la località turistica turca di Bodrum, ma è stato avvertito in tutte le vicine isole del Dodecaneso. Le vittime sono due turisti, un uomo turco di 39 anni e un 27enne svedese, che stavano uscendo da un bar quando il tetto è crollato, ha riferito il primo cittadino.

Nel centro di Kos, isola molto turistica, ci sono centinaia di bar, e proprio in questi locali si trovavano le tre persone che, fra quelle ricoverate in ospedale, versano in gravi condizioni ma non sono in pericolo di vita, secondo quanto riferito dai medici citati da Ert. Le autorità hanno avvertito la gente di stare lontano dalle spiagge, dopo un principio di tsunami. «Non andate sulle spiagge, nè negli difici danneggiati, seguite le istruzioni dalle autorità nazionali» è stato l’avvertimento, via Twitter, del Centro di sismologia Europeo-Mediterraneo (Emsc) con base a Parigi.



Potrebbero interessarti anche