Condividi

Gran colpo di genio e soprattutto notevole scaltrezza quella di un giovane che si è fatto beccare come un pollo da una volante della Polizia mentre scriveva sul muro frasi… contro la polizia!

E’ successo nel corso della notata, e lo racconta RiminiToday. Gli agenti della questura hanno fermato un riminese poco più che ventenne

Il ragazzo, uno sportivo, risultava incensurato. Quando la Polizia lo ha beccato stava usando un pennarello di colore rosso su un muro di fianco ad un negozio – in zona mare – nei pressi del piazzale Benedetto Croce, la scritta: “SBIRRI MORTI 10 100 1000 SBIRRI MORTI”.

Dopo aver compreso di essere stato beccato e forse aver compreso la “beep” (autocensura) commessa, alla vista di una pattuglia che stava passando in zona, il giovane cuor di leone ha tentato di disfarsi del pennarello ed allontanarsi.

LEGGI ANCHE: Turisti stranieri fanno i furbi e scrivono “acab” su portone commissariato ma i poliziotti sono più furbi di loro

Gli agenti, naturalmente, non hanno potuto fare a meno di fermarlo e chieder conto. Il giovane è stato identificato e denunciato a piede libero per oltraggio ad un Corpo dello Stato e deturpamento e imbrattamento di cose altrui.

Turisti stranieri fanno i furbi e scrivono “acab” su portone commissariato ma i poliziotti sono più furbi di loro

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteGià espulso, pesta senza alcun motivo un portantino. L'uomo è stato fermato (per l'ennesima volta)
Prossimo articoloDorme sul treno con il numero del biglietto scritto sulla fronte: "Così il controllore non mi sveglia"