Ubriachezza, lesioni, violenze: la fedina penale dell’autista dello scuolabus pieno di bimbi scappato dopo l’incidente

Il pullman scolastico che stava guidando si era rovesciato dopo uno sbandamento e lui era scappato lasciando i bimbi feriti alla loro sorte

L’episodio si era verificato nel primo pomeriggio di ieri ad Arquà Petrarca, in provincia di Padova. Lo scuolaus coinvolto nell’incidente si stava apprestando ad affrontare un tornante  qualche cosa è andato storto finendo per ribaltasi su un fianco. Risultato: sette bimbi feriti e tanta paura. Ma non solo

L’uomo, un cinquantenne romeno successivamente al fatto si era dato alla fuga venendo intercettato poco dopo dai Carabinieri, sulla strada regionale 10. Vedendo i militari l’uomo aveva anche ha provato a scappare

Adesso ci sono delle novità

L’autista, identificato per D.P, 51 anni, romeno, è stato intercettato e preso dai Carabinieri di Este, appena qualche ora dopo i fatti. Adesso è accusato  di fuga in caso di incidente con danni alle persone, guida in stato di ebbrezza e lesioni personali colpose plurime

La cosa incredibile però è che già in passato l’uomo aveva dovuto fare i conti con la giustizia: nel 2017 era stato sorpreso alla guida completamente ubriaco.

L’uomo, secondo quanto racconta il Gazzettino, aveva valori di alcol 3 volte oltre i limiti imposti dalle norme. Al cinquantenne era stata ritirata la patente e sequestrato il mezzo.

Questo fatto, ricorda vagamente l’episodio dell’autista coinvolto nel sequestro di 51 ragazzi a bordo di un autobus a San Donato Milanese. Subito dopo l’episodio, fece scalpore la notizia che l’uomo aveva precedenti per guida in stato di ebbrezza (e violenza sessuale) eppure fosse regolarmente alla guida di un mezzo pieno di bimbi. LEGGI ANCHE: Salvini: “Perché una persona con precedenti per guida in stato di ebbrezza guidava un pullman per il trasporto di ragazzini?”

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche