Condividi

In queste ore la nave Sea Watch 3 sta attendendo la risposta della Cedu, la Corte di Strasburgo, che dovrà pronunciarsi sul ricorso presentato dalla ong tedesca Sea Watch contro l’Italia.

“Aspettiamo con serenità nel pomeriggio la sentenza della Corte europea dei diritti dell’Uomo di Strasburgo, ma qualunque sia la decisione il mio atteggiamento non cambia. Può arrivare anche la regina di Svezia, per quel che mi riguarda la Sea Watch è una nave illegale, pirata, abusiva, in Italia non arriva né a Natale, né a Capodanno“: così si è espresso il ministro dell’Interno Matteo Salvini durante una conferenza stampa al Viminale: “Sono passati 13 giorni, se avessero voluto sarebbero già arrivati in Olanda. È una presa di posizione politica, è una provocazione“, ha precisato, commentando le ultime dichiarazioni del capitano Carola Rackete, che si è detta intenzionata a sfidare il Viminale e il governo italiano, portando a terra i 42 migranti che si trovano ancora a bordo, correndo il rischio di sanzioni per sé e per la sua nave.

“Il decreto prevede il sequestro del mezzo e una multa fino a cinquantamila euro: se uno vuole passare col semaforo rosso sa di voler fare un illecito e ne risponderà. Figuratevi se ci facciamo dettare la linea da una ong che tiene in ostaggio 42 esseri umani da 13 giorni, sono dei personaggi davvero inqualificabili”, ha aggiunto. “La Sea Watch 3 è una nave olandese di proprietà di una ong tedesca, il problema quindi non è nostro – ha ribadito – ma decidano tra Amsterdam e Berlino. L’atteggiamento dell’Olanda è curioso, perché da un lato ci danno ragione dall’altro dicono che non è un problema loro”. Il vicepremier leghista ha ricordato che riterrà responsabile Amsterdam se dovesse succedere qualcosa ai migranti.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteJolanda, la mamma ai PM: "Il padre la seviziava da mesi, se intervenivo mi picchiava"
Prossimo articoloImperia, suicida il carabiniere testimone al processo contro l'ex marito del procuratore Geremia