Seminudi in automobile: pagano subito per evitare notifica a casa

Tempi duri per chi ha una relazione clandestina a causa dell’emergenza coronavirus.

La scorsa mattina a Palermo un uomo e una donna sono stati sorpresi in auto seminudi, non senza qualche imbarazzo, da una pattuglia della polizia.

Avevano cercato una zona al riparo da occhi indiscreti, nel rione Brancaccio, ma sono stati notati dagli agenti che stavano effettuando un servizio di controllo del territorio.

I due amanti si sono rivestiti in fretta e furia e sono scesi dall’auto.

Di fronte a quella scena non c’è stato neanche bisogno di chiedere cosa stessero facendo nè di esibire l’eventuale autocertificazione. Al termine degli accertamenti entrambi sono stati sanzionati per aver violato le misure previste dal decreto del governo.

Per evitare di ricevere la notifica a casa, la coppia di amanti ha eseguito il pagamento “in diretta” tramite bonifico bancario attraverso il proprio cellulare.

A pescara invece, un ragazzo, impegnato a correre in  spiaggia, è stato avvistato da una pattuglia in servizio e un carabiniere, munito di mascherina, ha iniziato ad inseguire il giovane nel tentativo di bloccarlo.

Il runner, però, spiega Corriere dello Sport, ha tentato la fuga con il carabiniere che ha provato a inseguirlo ma poi ha dovuto cedere.

Alla fine però il ragazzo non è riuscito a scamparla: raggiunto da altri carabinieri, è stato multato per 4 mila euro.

 

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche