Bologna. Senegalese suicida in Questura, nei guai gli agenti

Anche Babacar Ndiaye temporeggia fino all’incontro con il familiare della vittima, ma come associazione spiega che c’è tutta la determinazione a voler scoprire esattamente cosa è accaduto la notte del suicidio: “E’ un nostro dovere scoprire per bene come si sono svolti i fatti e per questo vogliamo avvalerci di un medico legale per l’autopsia. Non posso però fare dichiarazioni fino a quando non avremmo parlato con lo zio del 39enne”.

Sul caso si era espresso anche Tonino Guglielmi, segretario provinciale del SAP-Sindacato Autonomo di Polizia, il quale insiste sul problema della mancanza di uomini: “I colleghi hanno fatto del loro meglio, hanno applicato tutte le norme contro l’auto-lesioniamo, ma se le volanti fossero strutturate con 31 unità invece di 20-25 potremmo dare maggiori possibilità”.

Bologna Today

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche