Sequestrata e violentata riesce a chiedere aiuto, i Carabinieri arrestano 35enne rumeno

L’uomo, una volta fermato veniva accompagnato presso il Comando Arma di Sora e poi denunciato in stato di libertà per i reati di “sequestro di persona, violenza sessuale, atti persecutori e lesioni personali” mentre la donna, che confermava le dichiarazioni rese telefonicamente alla sua amica, veniva accompagnata presso il locale nosocomio dove, una volta visitata, effettivamente venivano riscontrati sulla sua persona i segni delle violenze subite.

Informata nell’immediatezza la Procura della Repubblica di Cassino, il P.M. di turno Emanuele DI FRANCO disponeva il repentino allontanamento della donna in altra località ed urgenti attività info-investigative suppletive nei confronti dell’uomo le quali, eseguite nel tempo di due settimane, anche con l’ausilio di attività tecniche, evidenziavano la sua ossessione di ritrovare la donna e di vendicarsi della fuga poiché follemente innamorato.

Gli elementi indiziari iniziali, uniti ai riscontri investigativi suppletivi ed alla richiesta del P.M., concordati tutti dal G.I.P., portavano nella giornata di ieri ad eseguire il provvedimento restrittivo nei confronti del “reo” il quale tratto in arresto ed ad espletate formalità di rito, veniva tradotto presso la Casa Circondariale di Cassino, a disposizione dell’A.G. (grnet)