Condividi

Nell’ambito dei servizi straordinari di controllo del territorio disposti dal Questore, Francesco Messina, con la finalità di prevenire il degrado sociale e la criminalità diffusa, con particolare riguardo al controllo dei locali pubblici e alla posizione sul territorio nazionale dei cittadini stranieri, personale del Commissariato “Barriera Nizza”, coadiuvato da personale del Reparto Prevenzione Crimine e da operatori ASL S.I.A.N., ha effettuato un controllo straordinario del territorio.

Si legge sul sito della Polizia di Stato che all’interno di un  RISTORANTE PIZZERIA di proprietà di un cittadino cinese, gli operatori hanno controllato i diversi ambienti del locale.

In cucina gli agenti del Commissariato e gli addetti del Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione hanno riscontrato scarse condizioni igienico-sanitarie.

Leggi anche:  Droga: maxi-retata a Roma, 40 arresti a San Basilio (video)

Nel congelatore erano stipati diversi alimenti privi di etichettatura e in cattivo stato di conservazione, pertanto gli operatori hanno sottoposto a sequestro penale tutti i prodotti alimentari non tracciabili (seppie, sogliole, totani, bastoncini di granchio, vongole, gamberoni, ravioli di carne, involtini di carne, carne di anatra e maiale, spaghetti giapponesi) in grado di determinare rischi per la salute.

Complessivamente, la merce sequestrata ammonta a 27,5 chilogrammi. La titolare dell’esercizio è stata denunciata all’Autorità Giudiziaria per il reato di detenzione di sostanze alimentari, destinate alla vendita e alla somministrazione al pubblico, in cattivo stato di conservazione.

Leggi anche:  "Cerebralmente morto" ma lui frega tutti e si riprende: per i medici non c'erano più speranze

Personale dell’ASL, a cause delle diverse irregolarità igieniche non sanabili, ha provveduto ad intimare la chiusura del locale commerciale fino al completo rispristino degli ambienti.

Mentre, all’interno dei un bar, i poliziotti hanno identificato diverse persone, di cui molteplici con precedenti di polizia. Un cittadino marocchino di 38 anni, privo di documenti, è stato accompagnato in Questura per gli accertamenti di rito.

Al termine delle verifiche i poliziotti gli hanno notificato il rigetto del permesso di soggiorno con l’Ordine di lasciare il territorio dello Stato entro 15 giorni. Complessivamente sono state identificate 42 persone e 188 veicoli con il supporto del sistema MERCURIO.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteBollo auto, multe e spazzatura: la pace fiscale cancella i debiti
Prossimo articolo8000 operai a casa da giorni per il maltempo, Luxottica pagherà le giornate di lavoro a tutti

1 commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.