Condividi

Serena Mollicone è stata uccisa all’interno della caserma dei carabinieri di Arce. Al principale sospetto dei magistrati di Cassino,

impegnati a distanza di 17 anni dall’omicidio a far luce sulla morte della ragazza, è arrivata ora la conferma dai carabinieri del Ris

Era la mattina del primo giugno 2001 quando Serena esce di casa per andare dal dentista, a Isola del Liri.

Da quel momento la famiglia non l’ha più rivista viva: il suo corpo viene trovato due giorni dopo, brutalmente seviziato.

Braccia e gambe legate con fili metallici e nastri adesivi, in bocca e nel naso della carta assorbente, e in testa una busta di plastica.

Ora la svolta: Serena Mollicone, la studentessa 18enne morta nel 2001 in circostanze mai chiarite sarebbe stata uccisa nella caserma dei carabinieri di Arce (Frosinone).

 

 

E’ questo il risultato di una perizia depositata in Procura ed effettuata dai carabinieri del Ris di Roma,

che insieme ai carabinieri del comando provinciale di Frosinone indagano sui colleghi

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedentePedofilo nudo nel bagno di un ristorante con una bambina di 6 anni linciato dalla folla
Prossimo articoloCesena, sullʼasfalto di viale Carducci compare la scritta "scoula"