Condividi

Il generale Mario Mori ha scritto un nuovo libro sui servizi segreti e l’intelligence: “Servizi e Segreti – interoduzione allo studio dell’intelligence”.
In Italia e nel mondo, l’immagine dei moderni servizi segreti è divenuta popolare, e nel contempo è stata rielaborata, attraverso film e romanzi che hanno contribuito alla creazione di miti e leggende che, se stimolano l’immaginario collettivo, spesso però non trovano alcun rapporto con la realtà.
Partendo da tale assunto, il libro “Servizi e Segreti” intende offrire tanto ai lettori esperti quanto ai non addetti ai lavori un piccolo contributo alla crescita di una corretta cultura dell’intelligence e della sicurezza. Attraverso una panoramica generale della professione, dai Sumeri fino ai giorni nostri, il testo va alla ricerca delle origini e dello sviluppo storico del “secondo mestiere più antico del mondo”.

Quello dell’intelligence è un argomento d’attualità cogente, che tuttavia non è apprezzato e conosciuto per come dovrebbe. I tempi non facili che si affacciano al nostro orizzonte dovrebbero, invece, consigliare a tutti di rivolgere particolare attenzione verso il sistema informativo e di sicurezza nazionale, perché esso è il principale strumento in grado di tutelare la nostra società dai pericoli che già esistono e da quelli che, per forza di cose, seguiranno.
Il saggio di Mario Mori ripercorre perciò i fatti e i momenti salienti attraverso cui si è venuta costituendo e si è nel tempo sviluppata l’intelligence italiana, condita da una sintetica descrizione di leggi, strutture e tecniche di carattere generale.
Inoltre, sono descritte le attività e le caratteristiche dei Servizi Segreti di alcune delle nazioni che oggi sono al centro delle vicende mondiali, così da evidenziare l’importanza e il significato comune che paesi, anche diversi tra loro per tradizioni e cultura, attribuiscono alla funzione del conoscere correlata all’attività di governo, e come nel tempo essi abbiano inteso realizzarla e sostenerla. Questo perché qualsiasi studio su un simile argomento non può prescindere dalle interazioni, talvolta anche drammatiche, con le attività degli omologhi organismi stranieri, cui è legata indissolubilmente la storia più che millenaria della nostra civiltà.
Nel volume sono inoltre espresse alcune considerazioni sullo stato della comunità d’intelligence nazionale: dai pregi e difetti, entrambi funzione diretta del rapporto non sempre lineare con i poteri di riferimento, sino alle prospettive future.

L’autore, Mario Mori, ha passato una vita intera al servizio delle istituzioni. Ufficiale nel controspionaggio del SID italiano durante i difficili anni Settanta, è cresciuto nei nuclei speciali antiterrorismo del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa. È il fondatore del ROS dei Carabinieri, nonché promotore di innovative tecniche investigative. Generale dei Carabinieri, è stato direttore del SISDE e Prefetto della Repubblica italiana.

Il libro è in vendita anche su Amazon.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteAggressione all'autista dell'autobus: scarcerati i tre stranieri fermati
Prossimo articoloAppello di un 45enne rimasto senza lavoro e senza tetto