Condividi

Una banda composta da sole donne. Una entrava in casa, l’altra faceva da palo sul pianerottolo e la terza aspettava in auto. L’orario per colpire? L’ora di pranzo. L’allarme è scattato l’altro giorno in una abitazione di Pennabilli quando la signora di casa, 54 anni, si è trovata nel corridoio faccia a faccia con l’intrusa. Aveva sentito dei rumori sospetti provenire dall’altra stanza, mentre stava mangiando in cucina con il marito. La presunta ladra è scappata, la donna si è affacciata alla finestra riuscendo a memorizzare particolari importanti dell’auto da fornire prontamente ai carabinieri della compagnia di Novafeltria.

Le donne, tre nomadi, G.G. 22enne della provincia di Pesaro-Urbino, G.S. 46enne della Provincia di Trento e G.S. appena 18enne della provincia di Rimini, con numerosi precedenti penali anche per furto in abitazione, sono state denunciate per tentato furto in abitazione in concorso e porto di armi od oggetti atti ad offendere.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteAlessia e Martina uccise dal papà Carabiniere: 10mila rose di lana in ricordo delle sorelline
Prossimo articoloNonno Mariano non ce l'ha fatta: è morto poco tempo dopo lo sfratto dalla sua casa