Perugia, espulso imam integralista: predicava violenza ed era contrario ai matrimoni con gli “infedeli”

Perugia, espulso imam integralista: predicava violenza ed era contrario ai matrimoni con gli infedeli

PERUGIA – Pericoloso, integralista convinto e inneggiante alla violenza contro tutti coloro che non hanno abbracciato la fede di Allah. Sono queste le vere ragioni dell’espulsione del marocchino di 29 anni che, da quando aveva raggiunto Perugia senza permesso di soggiorno, si era messo a predicare il verbo non del Corano, ma degli integralisti anche vicini all’Isis. Non essere in regola con i documenti è stato solo uno degli aspetti che hanno fatto scattare il provvedimento da parte dell’Ufficio Immigrazione della Questura.

Per il resto ci hanno pensato gli uomini della Digos che hanno ascoltato testimoni, tradotto e acquisito le prove di pericolosità dell’imam marocchino che era solito predicare nella storica moschea di via dei Priori. L’imam però non si fidava di tutti i frequentatori del centro religioso: era solito istigare la violenza e l’odio a piccoli gruppi che selezionava credendo che di poterli plagiare meglio e di non correre i rischi.