Condividi

Shawn Rhoden, noto anche come “Flexatron”, è stato accusato di stupro di primo grado nello Utah, secondo quanto riferito dai media americani. Shawn, sconosciuto ai più in Italia, non certo negli Stati Uniti dove nel 2018 ha vinto il titolo di Mr. Olympia dopo aver spodestato Phil Heath, vincitore di ben sette titoli.

Una vera mazzata insomma per il bodybuilding mondiale.

Shawn è accusato di aver abusato sessualmente di una collega bodybuilder all’interno di una camera d’albergo Courtyard Marriott. Il fatto sarebbe avvenuto in ottobre.

Non è ancora stato arrestato, ma un mandato è stato emesso dai magistrati della contea di Salt Lake City.

La presunta vittima, secondo il racconto fornito dalla stessa donna, avrebbe cercato di respingere Rhoden – spingendolo via dicendogli di allontanarsi – ma la richiesta, secondo il racconto, non sarebbe stata ascoltata.

La donna ha poi riferito ai poliziotti di essere stata lasciata libera e quindi, poco dopo, sarebbe andata alla polizia.

“Il 12 ottobre 2018, il dipartimento di polizia di Sandy City ha ricevuto un rapporto di un reato sessuale al Courtyard Marriott di Sandy City e Shawn Rhoden, un maschio di 44 anni della California, elencato come sospetto”, ha  spiegato il tenente SCPD Dean Carriger.

“A seguito di un’indagine approfondita, gli investigatori della polizia di Sandy hanno presentato il caso all’ufficio del procuratore distrettuale della contea di Salt Lake su una accusa di stupro contro Shawn Rhoden”, ha detto Carriger. “L’ufficio del procuratore distrettuale ha presentato accuse formali … e successivamente è stato emesso un mandato per il suo arresto”.

Il veterano del bodybuilding, che ha iniziato la sua carriera nel 1992 e ha oltre 1,5 milioni di follower su Instagram, si definisce online “con uno dei fisici più scolpiti e muscolosi della nazione”.

“Shawn non è solo un incredibile bodybuilder in termini di pacchetto che porta sul palco, ma ha anche un incredibile spirito combattivo, l’etica del lavoro e il cuore di un campione che sono le qualità che lo porteranno fino a lui vuole andare nello sport “, recita il sito web di Rhoden.

“Shawn ‘Flexatron’ Rhoden è un vero campione e il suo messaggio a tutti è non rinunciare ai tuoi sogni, per quanto impossibili possano sembrare questi. ‘Sogna di credere.’ ”

Ed è di poco fa la notizia che David Pecker – presidente e CEO del Mr. Olympia Contest – ha annunciato il ritiro dell’idoneità di Shawn Rhoden a competere nel concorso Mr. Olympia 2019. Annunciata inoltre la negazione a future eventuali partecipazioni.

Ovvero: espulsione a vita.

Pecker ha inoltre affermato che la sua società, American Media, ha sospeso tutta la copertura di Rhoden in tutti i suoi marchi media sussidiari, inclusi Muscle & Fitness e FLEX, fino a quando il suo caso non sarà risolto.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteLa mafia nigeriana sempre più potente in Italia: regioni del Sud come crocevia della tratta di organi ed esseri umani
Prossimo articoloIncidente in servizio, morto l'ispettore Domenico Musso: tra poco sarebbe andato in pensione