Shock all’obitorio: selfie con i morti. Le foto condivise su WhatsApp con i colleghi. Familiari infuriati denunciano tutto

Shock all’obitorio: selfie con i morti. Le foto condivise su WhatsApp con i colleghi. Familiari infuriati denunciano tutto

Shock all’obitorio del cimitero di Ruvo di Puglia. Lo si apprende da una denuncia presentata presso la Procura della Repubblica di Trani.

Alcune Guardie Giurate in servizio presso l’obitorio di Ruvo di Puglia si facevano i selfie con i morti e poi condividevano le foto su whatsapp con un gruppo di colleghi, suscitando una serie di commenti divertiti.

Nel plico sono allegate le chat e alcune foto che ritraggono le guardie giurate in posa vicino alle bare. I familiari dei defunti adesso chiedono giustizia. Vogliono capire se i loro cari siano stati coinvolti in questa messa in scena e sollecitano comune e autorità competenti ad indagare e a fare chiarezza sulla vicenda.

Nell’esposto si legge: “Alcune guardie giurate si introducevano clandestinamente all’interno dell’edificio destinato ad obitorio facendosi ritrarre in posa con alcuni defunti.