Show di Conte, mazzate contro Salvini e Meloni. Mentana: “Se lo avessimo saputo, non l’avremmo trasmesso”

“Proroghiamo le misure restrittive fino al 3 maggio, una decisione difficile ma necessaria di cui mi assumo tutte le responsabilità politiche”

Conte: “Mes fu votato dal centrodestra”. Meloni: nel 2012 c’era Monti

Il premier poi ha attaccato Matteo Salvini e Giorgia Meloni: “Il Mes esiste dal 2012, non è stato istituito ieri o attivato la scorsa notte come falsamente e irresponsabilmente è stato dichiarato da Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Questo governo non lavora col favore delle tenebre: guarda in faccia gli italiani e parla con chiarezza”. Immediata la replica delle opposizioni.

Salvini: ha usato la tv di Stato per dire bugie, altro che collaborazione: la Lega nel 2012 fu l’unico partito a non votare per il Mes.

Meloni: inaudito uso del mezzo pubblico per raccontare fake news, nel 2012 c’era il Governo Monti.

 

Fonti di Palazzo Chigi: le trattative furono portate avanti nel 2011 dal Governo Berlusconi IV, con Meloni ministro, poi approvato alle Camere nel 2012. M5s e Pd appoggiano Conte, freddi i renziani.

Il parere di Enrico Mentana

Il direttore del Tg di La7 critica il passaggio della conferenza stampa di Giuseppe Conte in cui sono stati nominati i leader di Lega e Fdi, accusati di aver fatto dichiarazioni false e irresponsabili sul Mes. “Il premier ha fatto un uso personale delle reti unificate per l’attacco all’opposizione.

Se possiamo dire, lo avremmo francamente evitato. Se lo avessimo saputo non avremmo mandato in onda quella parte della conferenza stampa. Aspettavamo parole importanti sull’Eurogruppo e sulla task force, il resto è polemica politica”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche